© 2020 by Associazione Culturale Music First -  Via Modena 15, Buccinsco (Mi)

I progetti in gara che hanno superato la fase di selezione della giuria tecnica sono sedici.
Si specifica che non c'è alcuna graduatoria e che tutti i progetti sono stati selezionati a "porte chiuse" dalla giuria tecnica, sulla base dei materiali audio/video inviati in fase di iscrizione.

Choice Jazz Sextet
ll progetto nasce dall’incontro di sei giovani musicisti siciliani che sperimentano l’amore verso la musica tra le mura del conservatorio “A. Corelli” di Messina.
FORMAZIONE: Floriana Pappa (voce), Giovanna Magro (voce), Roberto Scolaro (sax alto), Claudio Palana (piano),

Giuseppe Polimeni (contrabbasso), Andrea Liotta (batt).

 

Matt Chiappin Quartet

Il sound del quartetto è il risultato di un mix tra jazz e influenze hip hop/r’n’b, tipiche del jazz americano contemporaneo. L’alternanza di sonorità acustiche ed elettriche e l’interazione tra le due sono le caratteristiche principali che definiscono la natura del progetto, basato soprattutto su brani originali e alcuni brani standard tratti dalla tradizione jazz rivisitati e ri arrangiati. 

FORMAZIONE: Matt Chiappin (tromba), Michele Curedda (piano/keyboards), Nicolò Magistrali (basso el), Riccardo Dallagiovanna (batt).

 

Nicolò Ricci Trio

Le caratteristiche della band sono una forte interazione ed empatia tra i musicisti, un ampio bagaglio di linguaggio condiviso, uno sguardo nostalgico alle migliori espressioni creative del jazz, accanto a un atteggiamento powerfull per rompere i confini musicali. 

FORMAZIONE: Nicolò Ricci (sax), Giuseppe Romagnoli (contrabbasso), Attila Gyarfas (batt).

Yazan Greselin & Davide Sartori group feat. Rudi Manzoli

Quintetto di giovani professionisti affermati in campo jazzistico, tutti con una solida preparazione alle spalle e collaborazioni di livello internazionale. 

FORMAZIONE: Yazan Greselin (pianoforte), Davide Sartori (chitarra), Rudi Manzoli (sassofono tenore), Carlo Bavetta (contrabbasso), Fabio Danusso (batt).

 

Federico Calcagno & The Dolphians
Il sestetto propone composizioni originali collegate a rielaborazioni moderne di alcuni brani di Eric Dolphy.
Nel “sound” del gruppo riecheggiano atmosfere tipiche delle registrazioni BlueNote degli anni ’60, arricchite con sfumature ritmiche e armoniche moderne. Il risultato è una musica fresca, piena di interazioni e grande entusiasmo collettivo.

FORMAZIONE: Federico Calcagno (Clarinetti, composizioni, arrangiamenti), Gianluca Zanello (sax alto), Luca Ceribelli (sax tenore e soprano), Andrea Mellace (vibrafono), Stefano Zambon (contrabbasso), Stefano Grasso (batt).

 

Tumiza - Valentina Fin Trio 
Un vero e proprio omaggio a Norma Winstone, con l'aggiunta di alcuni brani originali. Alla base una profonda curiosità e la voglia di condurre una ricerca intorno ad una grande artista rielaborando il rapporto tra musica e testo, il modo non convenzionale.

FORMAZIONE: Valentina Fin (voce), Francesco Pollon (piano), Manuel Caliumi (alto sax)

PLS. Trio
ll trio si colloca fra il jazz Nord-Europeo ed il jazz contemporaneo statunitense, proponendo una miscela altamente energica e profondamente melodica di jazz moderno ed elementi elettronici. L’enfasi melodica che caratterizza il gruppo trasporta l’ascoltatore in un viaggio fra le strade ed i rumori della natia New York, fino agli immensi orizzonti caratteristici delle campagne nel mid-west americano.

FORMAZIONE: Pier Luigi Salami (piano), Martin D Fowler (basso), Shawn Crowder (batt).

 

Kind of Glue
Il progetto nasce con l’idea di proporre arrangiamenti originali di pezzi che hanno fatto la storia e brani più d'avanguardia. Sono evidenti le influenze del modern jazz, del funk e del soul, le sonorità moderne del nuovo secolo si fondono con gli elementi della tradizione, per dare origine ad un sound sperimentale ma solido, figlio anche dei diversi background culturali e d'ascolto dei quattro componenti. 

FORMAZIONE: Cecilia Barra Caracciolo (Voce), Pietro Aloi (piano e tastiere), Riccardo Oliva (basso el), Marco Falcon (batt).

Andrea Paternostro Quintet
Andrea Paternostro è un sassofonista, compositore e arrangiatore italiano che ha appena compito diciotto anni e con il suo quintetto propone brani originali di sua composizione e standarda. Nel 2018 è terzo classificato al "Premio Massimo Inter Urbani" e vince il premio "Premio Marco Tamburini Calabria Jazz Meeting Award 2018". Nel 2020 è finalista alla categoria solista "Concorso Nazionale Chicco Bettinardi". 

FORMAZIONE: Andrea Paternostro (sassofono contralto), Alberto Di Leone (tromba), Vittorio Esposito (piano), Giulio Scianatico (contrabbasso), Matteo De Vito (batt).

Perceiving Sphere's Music
ll Sestetto  nato e cresciuto fra le città di Milano e Torino con alle spalle la registrazione di un disco. Omaggio vocale alla musica di Thelonious Sphere Monk dentro una particolare atmosfera cameristica.

FORMAZIONE: Giulia Damico (voce), Marco Taraddei (fagotto), Edoardo Casu (flauto traverso), Lorenzo Blardone (pianoforte), Carlo Bavetta (basso elettrico), Andrea Bruzzone (batt).

 

Step Trio
Lo Step Trio nasce nel 2018 con l'intento di esplorare sonorità del trio acustico in tutte le direzioni.
I tre musicisti, provenienti da Salerno, Belluno e Treviso fondono il proprio bagaglio artistico nella ricerca, che è la parola chiave che accomuna questo trio. Musica libera, improvvisata e Musica schematizzata, architettata. Tutto e il contrario di tutto, una semplice espressione nella ricerca del bello.

FORMAZIONE: Walter Vitale (alto sax), Gabriele Tormen (contrabbasso), Riccardo Zorzi (batt).

 

Astral Travel

Il quartetto nasce tra le mura dei Civici Corsi di Jazz e vorrebbe proporre un repertorio di brani inediti insieme ai grandi classici Jazz/Fusion per raccontare attraverso la musica sensazioni e immagini del tempo che ci sta attorno.

FORMAZIONE: Andrea Giustiniani (chitarra), Alessio Dal Checco (sax), Luca Caiazza (basso), Antonio Matonti (batt).

 

Trio Quartet

Il "Trio Quartet" nasce a Milano dalla collaborazione di musicisti provenienti da varie regioni d'Italia, studenti delle scuole del milanese. Il gruppo propone brani della tradizione unitamente a composizioni originali.
FORMAZIONE: Francesco Cardillo (chitarra), Raffaele Fiengo (sax), Giuseppe La Grutta (basso el.), Fabio De Angelis (batt).

Fade in Trio

Fade in Trio nasce in Olanda ma è interamente formato da musicisti italiani alla ricerca di un identità artistica provocante e personale. Il trio suona composizioni originali ed è attivo nella scena di Amsterdam, dove i suoi membri sono in stretto contatto con musicisti come Michael Moore, Wilbert De Joode, Joris Roelofs, Reinier Baas e altri. Il trio ha vinto il premio di "migliore improvvisazione tonale" nel contest internazionale d'improvvisazione "Renè Arons", tenutosi ad Anversa nel febbraio 2019. Recentemente Fade In Trio si è esibito a Umbria Jazz Festival, Fara Music Festival e Tillburg jazz festival.

FORMAZIONE: Federico Calcagno (clarinetti), Pietro Elia Barcellona (contrabbasso), Marco Luparia (batt e percussioni).

 

Gasp!

Il progetto si basa sul quartetto jazz con influenze contemporanee e atmosfere sonore “elettriche”. Il gruppo propone brani inediti dal sound moderno scaturito dall’intreccio del colore effettistico di basso e chitarra e quello più tradizionale del sax, diretto da un beat chiaramente tratto dalla black music. Il tutto è infine corredato da spazi improvvisativi nella piena espressività collettiva.
FORMAZIONE: Gioele Fumagalli (chitarra el), Alessio Dal Checco (sax), Samuele Bianchi (basso el), Pietro Gregori (batt).

To Margaret, with Lightness

I 3 musicisti costruiscono il loro personale suono attraverso composizioni originali dando una ensazione da musica da camera. L’ idea di suonare il più vicino possibile, quasi come se fosse un set acustico, è l’obiettivo del progetto. L’utilizzo dell’elettronica aiuta ad immaginare uno spazio musicale ampio e le parole riescono a definirlo meglio.
Nel Gennaio 2020, il trio pubblica un EP con 3 brani originali intitolato “To Margaret, with Lightness”.

FORMAZIONE: Anais del Sordo (voce, synth, fx), Stefano Zambon (contrabbasso), Corrado Cerutti (chitarra, fx).

Sono stati selezionati, inoltre, tre ulteriori progetti, ammessi in qualità di "riserve", nel seguente ordine:

Matteo Zaccheo Quartet
Progetto nato dall'unione di quattro giovanissimi musicisti che si son conosciuti tra le mura del Conservatorio Santa Cecilia.

Brani origninali  e arrangiamenti di Matteo Zaccheo e Luca Gallo.

FORMAZIONE: Matteo Zaccheo (chitarra), Angelo Gentile (pianoforte), Alessandro Bintzios (cb), Luca Gallo (batt).

Andrea Infusino Quartet

Andrea Infusino, chitarrista calabrese per cui è appena uscito per l’etichetta Emme Record Label il suo secondo disco "Amarene Nere", padroneggiare perfettamente i linguaggi del jazz, passando dal bebop, per il latin jazz e il blues, senza mai tradire una vivace ricerca verso un jazz moderno, al passo con i tempi. 

FORMAZIONE: Andrea Infusino (chitarra), Marco Rossin (sax), Fabio Guagliardi (organo), Manolito Cortese (batt)

 

Brew Quartet

La passione per la musica e per il jazz, la voglia di esprimere e di esprimersi, senza preconcetti e stereotipi ma nel rispetto della tradizione dando spazio alle contaminazioni: Brew, appunto un infuso di diverse esigenze musicali, voci da un timbro differente ma complementari. Partendo da standard della tradizione il quartetto sviluppa la propria idea musicale per arrivare a composizioni originali offrendo un sound innovativo e mai banale.

FORMAZIONE: Gianluca Manfredonia (vibr.), Pierluigi Tortello (sax), Luca Varavallo (contrabasso), Alessandro Perrone (batt).

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now